Archivi del mese: febbraio 2012

Successo crescente per i prodotti biologici

(21/2, asca.it) Mentre sui consumi convenzionali grava tutto il peso della crisi, i prodotti biologici continuano a collezionare successi: lo scorso anno il settore ha segnato un incremento del 13%, a fronte del calo del 2% dell’alimentare ‘tradizionale’. Leader europeo nella produzione biologica, l’Italia da sola fa il 15% del fatturato Ue e il 5% di quello mondiale. Vale a dire piu’ di 3 miliardi l’anno, una fetta significativa dei 20 miliardi che rappresentano il valore del comparto in Europa e dei 55 miliardi a livello mondiale. Cifre che raccontano il successo crescente del comparto -spiega la Cia- e che rendono ancora piu’ evidente l’importanza ‘storica’ che l’accordo sul ‘bio’ tra Europa e Stati Uniti riveste per il nostro Paese (fonte Cia)

Annunci

Rapporto Coldiretti sull'export vino 2011

(20/2, La Stampa, corriere.it) Export vino: anche su La Stampa ieri enfasi sul rapporto Coldiretti per il 2011: 10% Germania e GB, +16% Russia, +80% Cina. Tutto questo in volume, non in valore: il prezzo medio del vino italiano all’estero è 2,5 volte inferiore a quello francese.

La questione quote latte

(18/2, Sole) L’UE ha concesso due mesi di più all’Italia (contro i 30 giorni inizialmente concessi) per fornire informazioni richieste nell’indagine sugli aiuti di stato concessi nella proroga di sei mesi (31/12/2010-30/6/2011) nel pagamento della rata per le multe sulle quote latte
(11/2) Stavolta l’Italia rischia sul serio la procedura di infrazione Ue per il ritardato pagamento delle multe sulle quote latte. Questa storia è costata alle casse italiane circa 5,5 miliardi di euro fino ad ora (Corriere, corriere.it)

Approvato accordo UE-Marocco su produzioni agricole

(17/2, agi.it). Secondo il presidente di Confagricoltura Guidi l’accordo UE-Marocco è squilibrato
(16/2, reuters.com) Nonostante le proteste di politici siciliani in quanto pericoloso per l’agricoltura mediterranea, approvato l’accordo UE-Marocco. Diminuzione/abolizione di dazi doganali per l’importazione di prodotti agricoli, alimentari, ittici
(15/2, agi) Forti proteste da parte delle associazioni sindacali (Confagricoltura) sul progetto UE di favorire lo sviluppo di zone in Marocco per produzione di agrumi, olio.

Approvato pacchetto latte UE

(15/2, ansa) Approvato pacchetto latte dal Parlamento UE. Maggiori tutele e forza contrattuale per allevatori ed operatori del settore lattiero-caseario

Osservatorio vino

NEW (15/2): Il Consorzio del Chianti Classico ottiene l'”erga omnes”: anche i non associati dovranno contribuire economicamente a promozione e difesa del marchio (Sole)
(12/2) Alleanza fra Barolo e Brunello di Montalcino per sfondare sui nuovi mercati, sancita dall’invito al presidente del Consorzio Brunello di Montalcino Ezio Rivella a parlare al Museo del Vino di Barolo.
(12/1) La Spagna, con 39,9mln di ettolitri, ha praticamente raggiunto l’Italia nella produzione di vino in occasione dell’ultima vendemmia, molto scarsa per il nostro Paese. La Francia, con il +11% rispetto al 2010, è saldamente al primo posto (agi.it).

Prezzi e cibo

NEW (15/2): Anche la grande distribuzione sente la crisi. Profonde ristrutturazioni per grandi catene sia italiane che estere (Sole)
(13/1) FAO: raffreddamento a dicembre dei prezzi degli alimentari: -2.4% rispetto a dicembre 2010, -5.5% rispetto a novembre 2011. La causa il crollo dei prezzi di cereali, oli, zucchero e prodotti latto-caseari per raccolti eccezionali. Ma il futuro è imprevedibile (agi.it)

(immagine da it.123rf.com)

Attacchi al made in Italy alimentare

(22/2) Repubblica ha ripreso la storia del pane prodotto e surgelato in Romania, che viene poi spedito e spacciato per italiano, specie nel supermercati e nelle mense del nord. Ci sono grandi stabilimenti tecnologicamente all’avanguardia (oltre 1250Kg/ora prodotti) ma anche realtà più piccoli che alimentano il fuoco dei forni con bare, vecchi copertoni…

(23/1) Dalla commissione parlamentare sulla contraffazione agroalimentare: 60 miliardi di euro nella “filiera del falso”, 300mila posti di lavoro persi (ilsole24ore.com)

(Immagine da agricolturaonweb.imagelinenetwork.com)

La politica del cibo

  • NEW (14/2): Reazioni negative, specie in Sicilia, agli accordi UE-Marocco sulle importazioni di ortufrutta
  • (12/2) Carlo Petrini su La Repubblica: sì alle regole commerciali certe nel rapporto fornitori – grande distribuzione; no alla dismissione dei terreni agricoli di proprietà statale. Rischio di ingerenza di multunazionali. Meglio l’affitto a giovani imprenditori.
  • (13/2) Dura intervista a Repubblica del ministro Catania sulle reazioni della grande distribuzione (Coop comprese) al decreto liberalizzazioni. Appare ingiustificato opporsi a regole commerciali certe da parte di chi incassa ogni giorno e paga a 100-150 giorni