Archivi categoria: mondo latte

Truffa alimentare ai danni del Montasio Dop

Ampio risalto sui giornali italiani sulla ennesima truffa alimentare, stavolta sulla filiera per la produzione di Montasio Dop nella quale veniva utilizzato latte non Dop e anche potenzialmente tossico per la presenza di una tossina, l’aflatossina, presente in una muffa prodotta da parassiti del mais mangiato dalle mucche. Cinque arresti in una nota cooperativa del Friuli (repubblica.it)

Annunci

Nuovo richiamo dell’Ue all’Italia per le multe sulle quote latte

Nuovo richiamo dell’Ue all’Italia per le multe sulle quote latte sforate da molti allevatori nei decenni scorsi. È circa di 1,4 miliardi di euro la somma dovuta al bilancio dello Stato, altrimenti ci dovranno pensare i contribuenti (ansa.it)

Riassunto sul Fatto della vicenda Parmalat-Lactalis

Ottimo riassunto sul Fatto di oggi della vicenda Parmalat-Lactalis. Ricordiamo: dopo il crack di Tanzi, grazie a Bondi sono rientrati nelle casse 1,5 miliardi di euro. Poi Parmalat è stata messa in vendita, e l’ha spuntata la francese Lactalis su Banca Intesa, naturalmente comprando “a debito”, e chiedendo in parte i soldi a Mediobanca. Dopodiché, per appropriarsi di una parte degli 1,5 miliardi, ha fatto comprare alla Parmalat una sua azienda americana, la Lag, il cui prezzo è stato stimato da Mediobanca, uno dei creditori (!). Il tutto, in barba ai piccoli azionisti che si sono rivolti al tribunale, e questo ha sospeso l’Ad Antonio Sala. Ciliegina: per avere le motivazioni su questa sospensione gli azionisti devono andarsele a prendere a Collecchio. Oppure, cliccando su ilfattoquotidiano.it

Il Comune di Roma rifiuta la restituzione della Centrale del Latte

Nonostante il tribunale abbia annullato l’acquisto da parte di Parmalat della Centrale del Latte di Roma, l’amministrazione della città è orientata a rifiutare la restituzione, optando per un indennizzo in denaro. La Centrale infatti è in perdita, e non sarebbe sostenibile per un Comune già indebitato. Inoltre, in caso di restituzione, la Centrale dovrebbe ridurre la produzione di 60 milioni di litri di latte: andrebbero chiuse così 150 stalle, abbattuti 18mila capi di bestiame, 800 persone perderebbero il lavoro. Anche il candidato del centro sinistra Marino opta per un aumento della quota azionaria per gli allevatori (Sole)

Quote latte: multe salatissime per esponenti leghisti

Quote Imagelatte: pesantissima condanna pecuniaria nei confronti dell’ex senatore ed europarlamentare della Lega Robusti e di altri animatori dei Cobas del latte, che crearono cooperative come le sei Cooperative Savoia al fine di “dribblare” il pagamento delle multe. La sezione di Torino della Corte dei Conti ha condannato infatti Robusti in prima persona a risarcire l’erario di 182,4 milioni di euro per mancato versamento delle multe dal 1998 al 2006; in totale la sanzione per gli esponenti leghisti è 203,2 milioni di euro (Sole)

Il consumo di latte nella preistoria

Il consumo del latte da parte dell’uomo coincide con la nascita dell’agricoltura. L’uomo primitivo dopo lo svezzamento diventava intollerante al latte non producendo l’enzima adatto per digerirlo (lattasi). Poi dodicimila anni fa in corrispondenza della nascita della civiltà agricola stanziale, una rapidissima mutazione genetica ha reso il latte digeribile favorendo nell’evoluzione chi ne era capace. Ancora incerte le cause. Il calcio sembra non entrarci (assumibile con yoghurt o formaggi), forse decisive le capacità nutrizionali e l’apporto di materia grassa (Internazionale n. 982)

La Lega nella bufera per la vicenda delle quote latte

La Lega nella bufera per la vicenda delle quote latte. Opposizioni alle perquisizioni della Guardia di Finanza da parte di parlamentari. L’inchiesta è partita dal crac della cooperativa «La Lombarda», travolta da un “buco” di 80 milioni (breaking news su repubblica.it, corriere.it, lastampa.it)

La questione quote latte

(18/2, Sole) L’UE ha concesso due mesi di più all’Italia (contro i 30 giorni inizialmente concessi) per fornire informazioni richieste nell’indagine sugli aiuti di stato concessi nella proroga di sei mesi (31/12/2010-30/6/2011) nel pagamento della rata per le multe sulle quote latte
(11/2) Stavolta l’Italia rischia sul serio la procedura di infrazione Ue per il ritardato pagamento delle multe sulle quote latte. Questa storia è costata alle casse italiane circa 5,5 miliardi di euro fino ad ora (Corriere, corriere.it)

Approvato pacchetto latte UE

(15/2, ansa) Approvato pacchetto latte dal Parlamento UE. Maggiori tutele e forza contrattuale per allevatori ed operatori del settore lattiero-caseario